Bardolino

Bardolino è situato sul Lago di Garda, al punto più ampio a metà strada lungo il lato di Verona. Il suo clima mite permette la crescita di tipiche piante mediterranee: olive, cipressi, oleandri, allori e vigneti prosperano sulle colline che circondano il centro, che si estende verso il lago con due proiezioni caratteristiche formate nel corso dei secoli dai due fiumi. È famoso in tutto il mondo per il suo vino rosso rubino “Bardolino” e il rosato prodotto dai vigneti delle colline circostanti. Il centro storico domina il campanile della chiesa di San Severo con le sue caratteristiche case e vie dove si possono ammirare capolavori d’arte e di storia locale. Negli ultimi decenni il turismo si è sviluppato per sostenere l’economia agricola tradizionale. Bardolino vanta circa sessanta hotel con un totale complessivo di 4000 posti letto. Il regno degli sport acquatici, qui l’ospite può anche fare escursioni in mountain bike, andare in bicicletta, giocare a golf oa tennis, andare a cavallo, perché le colline circostanti con il loro clima mite creano il panorama perfetto per escursioni panoramiche durante tutto l’anno. Bardolino ha anche una vasta gamma di luoghi di incontro con ristoranti, caffè, gelaterie, pianobar, discoteche. Si trova a circa 130 km a ovest di Venezia e circa 25 km a nord-ovest di Verona.

STORIA
Il rifugio archeologico ha dimostrato la presenza di esseri umani nella zona sin dai tempi preistorici, nell’area di Cisano. Ci sono anche tracce di antichi romani, anche se il moderno insediamento risale al primo Medioevo, quando Berengar d’Italia (983) aveva un castello costruito qui. In quel periodo l’area era sotto la suzerainty dell’abbazia di Bobbio. Nel XII secolo il Bardolino è menzionato come un comune libero e più tardi è stato sotto lo Scaligero di Verona, che ampliò le fortificazioni per comprendere l’intero borgo. Dopo la loro caduta, divenne parte della Repubblica di Venezia che aveva qui una base marina. Nel 1526 fu licenziato dai Landsknechts. Sotto la Lombardia-Venetia, fu un centro amministrativo austriaco: nel 1848 si rivolse contro di loro in seguito alle prime vittorie piemontesi della Prima guerra d’indipendenza italiana. Tuttavia, più tardi gli austriaci hanno rimescolato con devastazioni e sparatorie. È stato annesso al Regno di Italia appena costituito nel 1866.

COSA VEDERE
Chiesa di San Zeno (metà del IX secolo), uno dei pochi edifici carolingiali in Italia. Ha tracce di decorazioni originali d’affresco – Chiesa di San Severo (sec. XI-XII). Dispone di affreschi del XII-XIV secolo e una cripta medievale. – Monastero di San Colombano (XI secolo), dipendenza dell’Abbazia di Bobbio. Pieve di Santa Maria, ricostruito nel XII secolo sopra una chiesa cristiana di settecentesca, che era a sua volta costruita su un antico tempio pagano. – Mura cittadine (XII sec.) – Museo Sisàn, dedicato alla pesca e alla caccia all’aperto nell’area del Lago di Garda.

HOTEL A BARDOLINO